Carollin Myer Che cosa sta scoraggiando il test HIV tra le popolazioni a rischio? MIGLIORE SALUTE SESSUALE - Che cosa sta scoraggiando il test HIV tra le popolazioni a rischio?  Allo stato attuale, circa 35,3 milioni di... MIGLIORE SALUTE SESSUALE - Che cosa sta scoraggiando il test HIV tra le popolazioni a rischio 5

Che cosa sta scoraggiando il test HIV tra le popolazioni a rischio?

0
MIGLIORE SALUTE SESSUALE - Che cosa sta scoraggiando il test HIV tra le popolazioni a rischio? 

Allo stato attuale, circa 35,3 milioni di persone nel mondo vivono con l'HIV o l'AIDS. Ogni giorno, circa 6.300 persone sono infettate con l'HIV - l'equivalente di 262 ogni ora. Non esiste ancora una cura per il virus, anche se ci sono trattamenti che possono aiutare a gestire e rallentare la sua progressione. Ma non tutti con l'HIV sa che ce l'hanno.

Dei 1,1 milioni che vivono con l'HIV (virus dell'immunodeficienza umana) negli Stati Uniti, quasi il 16% non si rendono nemmeno conto di avere l'infezione, cioè 1 ogni 6 sono ad aumentato rischio di morte per mancanza di cure.

E la mancanza di consapevolezza e di test HIV è ancor più di una preoccupazione tra i paesi a basso e medio reddito, dove la malattia è più diffusa. Nel 2012, solo il 35% dei bambini che vivono in questi paesi che sono nati da madri sieropositive ha ricevuto un test HIV nei primi 2 mesi di vita, indicando che più deve essere fatto su scala globale per assicurare persone con il virus ricevere diagnosi e trattamento.

Questo Venerdì 27 giugno, è la National HIV Testing Day - una campagna annuale lanciata nel 1995 per promuovere l'importanza del test HIV. In linea con questa campagna, questa funzione esamina i segni ed i sintomi del virus HIV, le procedure di prova disponibili e discute ciò che impedisce i soggetti a rischio di essere test per l'HIV.

I segni ed i sintomi del virus HIV 

HIV è un virus che indebolisce il sistema immunitario umano distruggendo le cellule T CD4 o cellule che normalmente combattono infezioni e malattie. Il virus utilizza queste cellule per fare copie di se stesso, permettendogli di diffondersi.

  Una volta che il virus ha distrutto un gran numero di queste cellule immunitarie, questo può portare a AIDS (sindrome da immunodeficienza acquisita) - la fase finale dell'infezione da HIV - in cui il corpo non è più in grado di scongiurare un'infezione mortale.

Anche se non tutte le persone sperimentano sintomi nelle prime fasi di infezione da HIV, molte persone possono sperimentare sintomi simil-influenzali entro le prime 2-4 settimane, come febbre, ingrossamento delle ghiandole linfatiche, mal di gola, mal di testa, stanchezza, eruzioni cutanee e dolori e dolori i muscoli o alle articolazioni. Questo è indicato come sindrome acuta retrovirale (ARS) o infezione primaria da HIV.

Seguendo le prime fasi di infezione da HIV è quello che viene definito come la fase "latenza clinica", o infezione cronica da HIV. Durante questa fase, l'infezione non può causare alcun sintomo o molto lievi quelli.

Durante le ultime fasi di infezione - come si sta procedendo verso l'AIDS - I sintomi possono includere una rapida perdita di peso, stanchezza cronica, diarrea prolungata, polmonite, ulcere della bocca, ano o genitali, perdita di memoria, depressione e macchie sotto la pelle o all'interno della la bocca, il naso o le palpebre. Tuttavia, la terapia antiretrovirale (ART) - una combinazione di almeno tre farmaci antiretrovirali - può rallentare lo sviluppo di tali sintomi.

Molte persone con HIV possono vivere con l'infezione per più di 10 anni senza alcun sintomo di sviluppo e solo i sintomi di esperienza - come la malattia - quando stanno progredendo verso l'AIDS. Pertanto, è importante conoscere i fattori di rischio per HIV e sottoposti a test per l'infezione il più presto possibile.
Come può essere trasmesso l'HIV?

Una persona che è stato infettato con l'HIV può trasmettere il virus attraverso alcuni fluidi corporei, come il sangue, lo sperma, fluidi rettali, fluidi vaginali e il latte materno. Al fine di trasmettere l'infezione, i fluidi devono venire a contatto con le mucose (trovato all'interno della vagina, retto, bocca e apertura del pene), tessuto danneggiato o ricevere un'iniezione direttamente attraverso il flusso sanguigno da un ago o una siringa.

Negli Stati Uniti, il virus è più comunemente contratta attraverso rapporti sessuali non protetti con un partner sieropositivo, e la condivisione di aghi, siringhe o altri strumenti di iniezione di droga con una persona infetta da HIV.

HIV può essere trasmessa anche a un bambino da una madre infetta durante la gravidanza, il parto o l'allattamento, o di una persona può essere infettati attraverso la ricezione di emoderivati ??o trapianti di organi / tessuti contaminati da HIV, se tali episodi sono rari.

Come detto in precedenza, molte persone con HIV possono non avvertire alcun sintomo, o sintomi possono anche essere scambiati per altre malattie. Se una persona crede che sono a rischio di HIV, il modo migliore per scoprirlo è quello di sottoporsi ad un test HIV.
test HIV

I Centri statunitensi per il Controllo delle Malattie e la Prevenzione (CDC) raccomanda che ogni individuo di età compresa tra i 13 ei 64 anni sottoposti ad un test HIV come parte di cure mediche di routine. Le persone ad alto rischio di infezione da HIV - come quelli che hanno avuto rapporti sessuali non protetti, o che avere rapporti sessuali in cambio di denaro o di droga - si raccomanda di avere un test HIV almeno una volta all'anno.

  Ci sono tre test principali che possono rilevare HIV. Il più comune è il test degli anticorpi HIV, in grado di rilevare gli anticorpi HIV - proteine ??prodotte in risposta alle infezioni da HIV - nelle urine, sangue o fluidi bocca. Questo test non è solitamente effettuata fino a 3-6 mesi dopo potenziale infezione da HIV, come si può prendere questo lungo per anticorpi da produrre.

Il test HIV RNA, tuttavia, può rilevare se HIV è presente nel sangue di una persona all'interno di 9-11 giorni di infezione, ei risultati dei test può essere disponibile entro pochi giorni o settimane.

Il test Western blot è solitamente effettuata se i risultati dal RNA HIV o test anticorpali HIV sono positivi. E 'usato per confermare se l'HIV è presente nel sangue.

Ci sono anche due prove di casa a disposizione che sono stati approvati dalla US Food and Drug Administration (FDA). Uno di questi prevede il prelievo di sangue e di inviarlo ad un laboratorio per il test, mentre l'altro comporta l'assunzione di un tampone delle gengive con un dispositivo per ottenere un campione di fluidi orali prima di inserire il campione in una soluzione campione. Se i risultati di queste prove sono positive, devono essere seguita da un test Western blot.

La mancanza del primo test HIV 'diminuisce i benefici di ART'

Non vi è dubbio che i livelli di test HIV sono migliorate negli ultimi anni. Un 2013 analisi dal CDC ha rilevato che la percentuale di americani ottenere test per l'HIV è aumentato dal 37% nel 2000 al 45% nel 2010.

Questo è riflettente in tutto il mondo, anche nei paesi a basso e medio reddito, dove quasi il 97% dei casi di HIV si verificano. Lo stato Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) che nel 2012, più di 118 milioni di persone in oltre 124 paesi a basso e medio reddito ha ricevuto test HIV e consulenza.

Ma anche se tali statistiche sembrano promettenti, che affermano che la maggior parte delle persone con HIV sono ancora inconsapevoli sono infettati. Essi rilevano che la copertura test HIV è particolarmente bassa tra gli adolescenti e le popolazioni con un alto carico di infezione da HIV, aggiungendo:

     "Di conseguenza, in tutte le regioni, un gran numero di persone di prova e presenti in ritardo per il trattamento dell'HIV, di solito una volta la loro salute sta fallendo, che diminuisce i benefici di ART."

L'effetto di strutture sanitarie sul test HIV

Nei paesi a basso e medio reddito - sub-sahariana in particolare - la mancanza di strutture sanitarie e operatori sanitari rimangono un problema.

  Secondo AVERT - un HIV e AIDS carità internazionale - scarsità di informazione ed educazione su HIV contribuisce alla mancanza di test in questi paesi.

Per affrontare questo problema, il numero di strutture sanitarie nei paesi in via di sviluppo che prevedono il test HIV è stato aumentato negli ultimi anni. Tra il 2009-10, il numero di strutture sanitarie nei paesi a basso e medio reddito è aumentato da 107.000 a 131.000.

Programmi di consulenza e test volontari sono stati lanciati in questi paesi, in cui gli individui sono dotati di informazioni prima e dopo il processo di testing. Inoltre, test volontari home-based e testing mobili sono stati forniti in alcune regioni.

Ma ancora, la percentuale di test HIV in alcuni paesi in via di sviluppo è a partire da 7%, suggerendo che più deve essere fatto per incoraggiare le popolazioni dei paesi in via di sviluppo a sottoporsi al test HIV.

L'anno scorso, Medical News Today ha riferito su uno studio pubblicato su PLoS Medicine, che ha indicato come un approccio universale di prova e delizia (UTT) potrebbe debellare l'HIV in Sud Africa.

Ciò comporterebbe screening annuale di tutti gli individui di 15 anni e più, accanto ART immediata per adulti con infezione da HIV dal 2012 e aumentando la terapia copertura del 90% entro il 2019. Usando questo approccio, il gruppo dice HIV potrebbe essere debellata dopo 17 anni.
Che cosa sta scoraggiando il test HIV tra le popolazioni a rischio

Ma sembra che la carenza di informazioni HIV e strutture educative e sanitarie nei paesi in via di sviluppo non è l'unico ostacolo a una migliore test.

È lo stigma attaccato al test HIV scoraggiante?

Un recente studio, condotto dal dottor Rashida Ferrand della London School of Hygiene and Tropical Medicine in Gran Bretagna, suggerisce che una stigmatizzazione di infezione da HIV può essere scoraggiante test HIV nei paesi a basso e medio reddito.

Secondo AVERT, stigma dell'HIV-AIDS-correlata deriva dal fatto che l'infezione da HIV è associata a determinati comportamenti - come l'omosessualità, la prostituzione e la tossicodipendenza - che sono già disapprovato nella molte società. Molte le convinzioni religiose o morali anche causare alcune persone a credere che l'infezione da HIV è il risultato di negligenza morale e che la persona infetta deve essere punito.

Dallo studio, il Dr. Ferrand e il suo team hanno scoperto che dei 2.831 bambini ammissibili per il test HIV, il 75% sono stati offerti e il 54% acconsentì. Tuttavia, hanno scoperto che uno dei principali operatori motivi di salute non ha offerto prove per i bambini era che si sentivano badante del bambino non acconsentì a nome del bambino, in quanto potrebbe macchia la reputazione del bambino o la famiglia.

"La paura dello stigma affrontato da bambino e la sua famiglia sembra scoraggiare i caregivers dei test cui i bambini per l'HIV," dice il Dott. Ferrand.

"Tuttavia, con maggiore chiarezza di linee guida, l'impegno con il personale e gli adeguamenti organizzativi all'interno di cliniche, dovrebbe essere possibile sfruttare l'impegno degli operatori sanitari e ad applicare adeguatamente test HIV e consulenza."

Ma non è solo individui nei paesi in via di sviluppo che sono affetti da stigma e la discriminazione legate all'HIV e all'AIDS. L'infezione è stigmatizzato a livello mondiale, e molti operatori sanitari ritengono che si ferma alle persone di ricevere il trattamento.

Commentando la questione in The Washington Times, Ban Ki-Moon, Segretario Generale delle Nazioni Unite, ha detto:

     "Stigma rimane l'unico ostacolo più importante per l'azione pubblica. Si tratta di un motivo principale per cui troppe persone hanno paura di vedere un medico per determinare se hanno la malattia, o di farsi curare in caso affermativo.

     Essa contribuisce a rendere l'AIDS il killer silenzioso, perché la gente teme la vergogna sociale di parlarne, o prendere precauzioni facilmente disponibili. Stigma è una ragione principale per cui l'epidemia di AIDS continua a devastare società di tutto il mondo ".

Anche se un tema come stigma è difficile da affrontare su scala globale, è qualcosa che viene affrontato nella lotta contro l'HIV.

Molte persone credono che si tratta di questione di educazione, non solo l'infezione stessa, ma le leggi e le politiche che possono proteggere una persona con infezione da HIV di essere discriminati.

AVERT spiegare che molte persone che vivono con l'HIV sono consapevoli dei loro diritti nella società. Quindi hanno bisogno di essere educati in modo da sfidare qualsiasi stigmatizzazione o discriminazione possono incontrare.

"Siamo in grado di combattere lo stigma", ha detto Ki-Moon. "Le leggi e le politiche Illuminati sono la chiave. Però inizia con l'apertura, il coraggio di parlare. Scuole dovrebbero insegnare il rispetto e la comprensione. Leader religiosi dovrebbero predicare la tolleranza. I media dovrebbero condannare i pregiudizi e usare la sua influenza per promuovere il cambiamento sociale, dalla protezione giuridica protezioni per garantire l'accesso alle cure sanitarie ".

Ma, naturalmente, affrontare lo stigma associato con l'HIV si affida a cambiare gli atteggiamenti delle persone sulla condizione - una sorta di sfida. Ma Ki-Moon resta positivo che si può fare.

Tidak ada komentar:

Posting Komentar


Copyright © MIGLIORE SALUTE SESSUALE

Thanks To: BEST INSURANCE