Carollin Myer Tra i consumatori di droga non parenterale a New York, l'infezione da herpes virus spinge l'infezione da HIV MIGLIORE SALUTE SESSUALE - Tra i consumatori di droga non parenterale a New York, l'infezione da herpes virus spinge l'infezione da... MIGLIORE SALUTE SESSUALE - Tra i consumatori di droga non parenterale a New York, l'infezione da herpes virus spinge l'infezione da HIV 5

Tra i consumatori di droga non parenterale a New York, l'infezione da herpes virus spinge l'infezione da HIV

0
MIGLIORE SALUTE SESSUALE - Tra i consumatori di droga non parenterale a New York, l'infezione da herpes virus spinge l'infezione da HIV

HIV e la sua trasmissione è stata a lungo associata al consumo di stupefacenti, dove siringhe ipodermiche sono utilizzati per somministrare droghe illecite. Ora, un nuovo studio riportato da ricercatori affiliati con Center di New York University per consumo di droga e la ricerca HIV (CDUHR) sulla rivista PLoS One, dimostra che l'infezione da HIV tra i tossicodipendenti non parenterale eterosessuali (non si usa la siringa ipodermica; farmaci vengono assunti per via orale o nasale) a New York City (New York) ha ormai superato l'infezione da HIV tra le persone che si iniettano droghe.

Lo studio, "HSV-2 Co-infezione come un driver di trasmissione dell'HIV tra eterosessuali non-consumatori di stupefacenti per New York City", è stato condotto tra i tossicodipendenti che entrano nei programmi di trattamento della droga Mount Sinai Beth Israele a New York. I ricercatori hanno scoperto che l'infezione da HIV tra i non-tossicodipendenti raddoppiato nel corso degli ultimi due decenni, dal 7% infetti alla fine del 1990 (n = 785) al 14% (n = 1764) attualmente. Durante questo stesso lasso di tempo, l'infezione da HIV tra le persone che si iniettano droghe è scesa al 10%.

La maggiore efficienza di trasmissione di HIV si verifica anche quando le persone con il virus herpes simplex 2 (HSV-2) sono tra le epidemie, così come aumenta l'herpes sia la suscettibilità alle e trasmissibilità del virus HIV. Più della metà dei non-consumatori di stupefacenti nello studio sono stati infettati con HSV-2.

"Il rapporto eterosessuale di solito non è molto efficiente per la trasmissione di HIV, ma l'efficienza della trasmissione eterosessuale quasi triplica in presenza di virus di tipo herpes simplex 2", osserva l'autore principale dello studio, Don Des Jarlais, PhD, Vice Direttore, metodi di ricerca e infettive malattie Cores, Centro per consumo di droga e la ricerca HIV (CDUHR), e Professore di Psichiatria e di Medicina Preventiva presso il Monte Sinai Beth Israel. "A New York City, abbiamo fatto un ottimo lavoro di ridurre HIV tra le persone che si iniettano droghe e ora dobbiamo mettere più impegno nel ridurre la trasmissione sessuale associata al consumo di droga non-iniezione."

Lo studio conclude che un aumento di infezione da HIV tra i consumatori di stupefacenti per via parenterale non è più considerato come un aumento HSV-2/HIV co-infezione piuttosto che semplicemente un aumento della prevalenza di HIV. Interventi aggiuntivi (quali il trattamento come prevenzione e la profilassi pre-esposizione) sono necessari per ridurre ulteriormente la trasmissione dell'HIV da HSV-2/HIV co-infetti non-consumatori di droghe iniettive.

Il City Dipartimento di Salute e Igiene Mentale ha avviato un programma di "trattamento come prevenzione", in cui sieropositivi sono dati farmaci anti-virali sia per proteggere la propria salute e per ridurre le possibilità che essi trasmettere l'HIV ad altri. Ci sono anche nuove raccomandazioni federali per fornire farmaci antiretrovirali per l'HIV persone infette ad alto rischio di contrarre l'infezione.

"Se siamo in grado di attuare questi programmi su larga scala, dovremmo essere in grado di controllare la trasmissione sessuale del virus HIV in città, e raggiungere l'obiettivo di una" fine all'epidemia di AIDS ", ha detto il dottor Des Jarlais.

Tidak ada komentar:

Posting Komentar


Copyright © MIGLIORE SALUTE SESSUALE

Thanks To: BEST INSURANCE