Carollin Myer Prevenzione HIV potrebbe essere potenziato da test STI MIGLIORE SALUTE SESSUALE -Prevenzione HIV potrebbe essere potenziato da test STI Infezioni sessualmente trasmesse possono rendere la tra... MIGLIORE SALUTE SESSUALE -Prevenzione HIV potrebbe essere potenziato da test STI 5

Prevenzione HIV potrebbe essere potenziato da test STI

0
MIGLIORE SALUTE SESSUALE -Prevenzione HIV potrebbe essere potenziato da test STI

Infezioni sessualmente trasmesse possono rendere la trasmissione di HIV più probabile, minando il beneficio prevenzione del trattamento dell'HIV. Un nuovo studio condotto su pazienti HIV-positivi a Città del Capo, Sud Africa, ha rilevato che la prevalenza di tali co-infezioni era molto più alto prima di iniziare il trattamento per l'HIV. Test per e trattare le malattie sessualmente trasmissibili e l'HIV insieme potrebbe quindi migliorare la prevenzione dell'HIV.

Per massimizzare sforzi di prevenzione dell'HIV in Sud Africa e forse la regione più ampia, i funzionari della sanità pubblica dovrebbero considerare il test per altre infezioni sessualmente trasmissibili, quando si prova per l'HIV, secondo un nuovo articolo sulla rivista infezioni trasmesse sessualmente.

IST può rendere l'HIV facile trasmettere anche dopo la terapia antiretrovirale è iniziato, così sradicare STI co-infezioni in pazienti dovrebbe migliorare la prevenzione dell'HIV. Il nuovo studio condotto da Brown University ricercatori di salute pubblica sottolinea che prima è davvero meglio che tardi, perché i dati mostrano che l'HIV-positivi sudafricani erano molto più probabilità di essere turbato da malattie sessualmente trasmissibili, prima di iniziare il trattamento dell'HIV che dopo.
Prevenzione HIV potrebbe essere potenziato da test STI

Originariamente nello studio, che è stata una revisione delle cartelle cliniche di più di 1.400 pazienti della clinica di Città del Capo HIV-positivi, i ricercatori stavano cercando di vedere se la gente già in terapia antiretrovirale sono stati successivamente contraendo malattie sessualmente trasmissibili che potrebbero compromettere i benefici di HIV-prevenzione di loro trattamento. Ma quando hanno visto le storie dei pazienti, hanno trovato che il momento in cui la maggior parte delle persone contratto malattie sessualmente trasmissibili era ben prima di iniziare i farmaci.

"Una volta che la gente ottiene il trattamento antiretrovirale, STI è diventata meno diffusa," ha dichiarato Mark Lurie, assistente professore di epidemiologia presso la Brown University e autore principale, il cui team di ricerca incluso dottorando Kirwa Kipruto. "E 'davvero il periodo precedente a quella che è particolarmente importante".

In particolare, tra i pazienti HIV-positivi 1.465 che hanno accettato di partecipare allo studio, 131 persone hanno cercato di trattamento STI in un totale di 232 episodi (alcune persone hanno cercato la cura più volte). Più del 87 per cento, o 203, delle incidenze si sono verificati prima che i pazienti hanno ricevuto un trattamento antiretrovirale, o ART. Controllo di altri potenziali fattori confondenti, i ricercatori hanno scoperto che le persone in ART sono stati sette volte più probabilità di farsi curare per una infezione a trasmissione sessuale nel periodo precedente ART rispetto al periodo in ART.

Lurie ha detto che lo studio non spiega perché le persone sono molto meno probabilità di avere bisogno del trattamento STI dopo l'inizio farmaci anti-HIV. Potrebbe essere un cambiamento nel comportamento sessuale o un effetto dei farmaci stesso.

La popolazione più ampia

Più grande preoccupazione di Lurie non è tanto sui singoli pazienti nello studio. Sono tutte richieste e ricevute cura nella rete di Città del Capo 78 cliniche. La sua preoccupazione è su ciò che i dati da questo campione può suggerire di milioni di africani sub-sahariani cui le infezioni sono ancora diagnosticata. Quando sono testati per l'HIV, ha detto, i dati suggeriscono che dovrebbero essere testati per altre malattie sessualmente trasmissibili per rendere il loro trattamento il più efficace possibile.

"C'è un'intera popolazione di persone là fuori in questo momento chi può o non può conoscere il loro stato di infezione da HIV, una co-infezione con una malattia sessualmente trasmissibile e sono altamente probabile trasmettere l'HIV e la loro STI co-occorrenti ad un partner sessuale, "ha detto.

Non è neanche così importante se le persone co-infetti HIV acquisiti o altre IST primo, Lurie ha detto. Un sistema focalizzata sulla rilevazione di coinfezione quando è più prevalente in grado di ridurre in modo più efficace trasmissione di HIV.

"Gli alti tassi di malattie sessualmente trasmissibili che abbiamo osservato tra le persone già infettate con HIV durante il periodo precedente alla terapia antiretrovirale iniziazione rappresenta un'importante opportunità per la prevenzione e suggerisce è necessario un approccio più completo alla trasmissione dell'HIV al di là ART," Lurie, Kipruto e dei loro colleghi concluderà nel documento. "Sistematicamente inclusi rilevamento STI e il trattamento nello standard di cura per le persone che vivono con l'HIV probabilmente porterà sia una riduzione ulteriore trasmissione e una maggiore soppressione virale volta che le persone sono in ART."

Tidak ada komentar:

Posting Komentar


Copyright © MIGLIORE SALUTE SESSUALE

Thanks To: BEST INSURANCE